Tecniche di supporto

Le Tecniche di supporto al danzatore sviluppano un programma di allenamento al fine di migliorare la prestazione tecnica e artistica, di prevenire infortuni, conferire maggiore consapevolezza del proprio corpo e di come muoverlo in modo funzionale, senza sforzo, in armonia con gli equilibri e la postura anatomica, attraverso l’uso della muscolatura profonda e la propriocezione, che attivano la memoria del corpo.

Esse nascono dalla sperimentazione delle ginnastiche dolci, incentrate su un lavoro di ascolto di se stessi e una presa di coscienza del proprio corpo, alle quali si aggiunsero i metodi di allenamento derivanti dagli studi di J. Pilates, M. Feldenkrais, F. Mézières, F.Alexander, M. Todd e altri e sono parte integrante dello studio del danzatore nelle maggiori compagnie e scuole di danza internazionali.

Nel corso del tempo, quindi, si è giunti alla consapevolezza che lo studio della tecnica di danza andasse affiancato da un lavoro di supporto ed integrazione da svolgersi parallelamente alla lezione con lo scopo di:

– sviluppare alcune capacità motorie non sollecitate sufficientemente nella lezione di danza;

– costituire un riscaldamento prima della lezione;

– prevenire la possibilità di eventuali infortuni del danzatore conferendogli maggiore conoscenza e consapevolezza del proprio corpo anche in movimento;

– migliorare la prestazione tecnica del danzatore;

– migliorare la coordinazione, la forza, la resistenza, il rapporto movimento – spazio e la mobilità articolare, proponendo uno schema di lavoro che conduca ad ottenere il massimo rendimento con il minimo sforzo.

– portare l’attenzione sul lavoro della muscolatura profonda, muscolatura di tenuta e di resistenza.

Nel corso della giornata di studio, quindi, si svilupperà, attraverso le visualizzazioni di immagini e tavole anatomiche, l’uso di oggetti, e le manipolazioni a coppie, un percorso di esperienze di movimento finalizzate al lavoro della muscolatura profonda, alla ricerca della conoscenza e della consapevolezza del proprio corpo, della postura anatomica, della mobilità del bacino e del tronco, e un lavoro specifico sul centro del corpo, inteso come punto in cui convergono tutte le forze che agiscono su di un corpo (in danza associato all’equilibrio), e come, attraverso questo studio, si possa migliorare il lavoro degli arti superiori e inferiori e il livello tecnico di studio.

*programma della giornata di formazione teorica all’interno dell’Avviamento all’insegnamento.
** nell’area seminari troverete il Seminario di Tecniche di Supporto al Danzatore di 2 giorni

Docente: Valeria Santoro (Laureata Accademia Nazionale di Danza di Roma. Docente di tecnica contemporanea, esperta di Pilates e Tecniche di Supporto al danzatore)