Seminario di Concetti Laban

Il seminario si rivolge a insegnanti di danza di qualsiasi disciplina, anche propedeutica, ed ha lo scopo di ampliare, in modo pratico e teorico, i concetti di Rudolf Laban. Tali concetti, appartenenti a un “metodo”, hanno in se vari strumenti. Nell’arco del laboratorio si apprenderà un modo di “guardare” al movimento diversamente da quello usualmente usando e gli strumenti intrinseci di questo metodo.

Utile per l’improvvisazione, la progettazione e la creazione di coreografie innovative, originali e particolari. Indispensabile per la creatività anche per i bambini della propedeutica o del modern baby.

*Saranno analizzati cinque punti fondamentali:

Azioni – cosa

Dinamiche – come (tempo e effort)

Spazio – dove (forma)

Relazioni

Parti del corpo (forma)

 

Ognuno di questi punti hanno più sfaccettature da analizzare e da “scoprire”.

 a) azioni è noto come il “cosa” del movimento:  saltare, girare, cadere etc.

 b) dinamiche (tempo) è il “come” del movimento e racchiude tutto ciò che riguarda l’energia, il flusso o “effort” che sarà usato nell’esecuzione del movimento stesso.

 c) spazio (forma) è noto come il “dove” del movimento ed è il settore che analizza ciò che avviene in quello spazio dove si esegue il movimento. Body design, direzioni, percorsi.

 d) relazioni è l’ambito in cui sarà analizzata la relazione tra un corpo e un altro.

 e) parti del corpo (forma) serve per prendere in considerazione da dove nasce un movimento: il “motore” del movimento.

 

(In fisica per spaziotempo, si intende uno spazio quadridimensionale, composto dall’usuale spazio a 3 dimensioni con il tempo come coordinata aggiuntiva. Rappresenta di fatto il “palcoscenico” dei fenomeni fisici nell’universo.)

 

Le tematiche del laboratorio Laban:

  • Introduzione e biografia di Rudolf Laban;
  • Introduzione dell’analisi del movimento – come guardare la danza;
  • Cinque aspetti fondamentali: azioni, dinamiche (effort), spazio, relazioni e body parts;
  • Esplorazione dei suddetti aspetti fondamentali;
  • Percorsi nello spazio, livelli, dinamiche (effort), lo spazio, relazioni body design;
  • Esplorazione dei piani: tavolo, ruota e porta;
  • Raccontare attraverso le parole d’azione;
  • Creazione delle forme attraverso il body design.
10168153_10206456288593933_3156343783057853277_n

Docente: Joseph Fontano (Coreografo Internazionale e Docente di tecnica contemporanea presso l’Accademia Nazionale di Danza di Roma)

Titolo Rilasciato: attestato di frequenza al “Seminario di Concetti Laban” da parte di C.S.A.In e WDA EUROPE